Come pulire il rasoio elettrico e mantenerlo come nuovo per anni

Se non vuoi spendere una montagna di soldi per acquistare un nuovo rasoio elettrico all’anno, è importante prendertene cura e mantenerlo in ottimo stato. Basta davvero poco. Pulire il rasoio elettrico su base regolare ti permetterà una rasatura sempre impeccabile oltre che farti risparmiare tanti soldi. Non vorrai sostituirlo ogni anno, giusto? Per farlo durare a lungo (anche 10 anni), basta solo effettuare qualche semplice operazione di manutenzione, operazione che impiegherà una manciata di minuti. Bando alle ciance e vediamo le operazioni di manutenzione necessarie e come pulire il rasoio elettrico a fondo, eliminando ogni residuo di peli, sebo e batteri.

Frequenza della pulizia

Ogni quanto pulire il rasoio elettrico

Quello che personalmente faccio, è pulire il rasoio elettrico con due cadenze temporali differenti:

  • Ogni volta che finisco di radermi (pulizia veloce, tempo impiegato poco meno di 1 minuto)
  • 1 volta ogni 15 giorni circa (pulizia più profonda, circa 5 minuti)

In soli 6 minuti assicuro lungo vita ai miei rasoi, una rasatura perfetta e riduco al minimo la possibilità di irritarmi la faccia a causa dello sviluppo di batteri e della precoce usura delle lame.

Consiglio pertanto anche a te di pulire il tuo rasoio elettrico alla fine della rasatura e 1 volta ogni 15 giorni circa. Se ti radi giornalmente puoi pulirlo ogni fine settimana visto che la quantità di peli depositati sulla testina di taglio (e all’interno) sarà maggiore.

Pulizia veloce: Tempo impiegato 1 minuto

Prima fase di pulizia veloce

In questo caso, quello che devi fare è piuttosto semplice. La maggior parte dei rasoi elettrici viene venduto con in dotazione un pennellino. Ogni volta che finisci di raderti, usa il pennellino per togliere i peli dalla testina di taglio. Non devi fare altro che rimuovere l’intero blocco radente (operazione molto semplice ed intuitiva, ma se non sai come fare, leggi la relativa sezione del libretto di istruzioni) e con movimenti delicati spazzolare la parte interna.

AVVERTENZA N° 1: In questa fase devi essere molto delicato in quanto sono presenti componenti fragili che potresti danneggiare. Ma se operi con mano leggero non devi aver paura, filerà tutto liscio.

AVVERTENZA N°2 : Non devi spazzolare la parte esterna delle lame, in quanto le setole del pennellino potrebbero incastrarsi. Devi solamente pulire la parte interna della testina

Se non ti è stato fornito il pennello in dotazione, puoi usarne uno qualunque, purché le setole non siano troppo rigide. In alternativa puoi utilizzare un panno morbido ma in questo caso avrai qualche difficoltà.

Se il tuo modello è di tipo WET & DRY (in altre parole resistente all’acqua) puoi, una volta smontato il blocco radente, porlo sotto un getto d’acqua.

Pulizia profonda e “sterilizzazione”

Questa per me è una fase particolarmente importante. Avendo la pelle sensibile e soffrendo di acne, pulire in modo approfondito e cercare di “sterilizzare” le lame del rasoio è di importanza vitale per il mio viso. Anche se non soffrissi di queste spiacevoli condizioni, eliminare quanti più batteri possibili dalla superficie del dispositivo è sempre una ottima idea.

Il bagno, a causa dell’elevata umidità, è una delle stanze nelle quale i batteri e germi sguazzano di più. Aggiungiamoci pure che residui di epidermide e peli che si accumulano nella testina, rappresentano un ottimo substrato per i batteri e l’insalata è fatta!

Per ovviare a questo problema procedi così (sono gli stessi procedimenti che uso io):

  1. Scollega il rasoio dalla presa di corrente (e/o togli le batterie se hai un modello cordless)
  2. Rimuovi il blocco radente
  3. Elimina i residui di peli e pelle con il pennellino (come spiegato prima)
  4. Versa in un piccolo contenitore 2 bicchieri di acqua calda e qualche goccia di sapone liquido (io uso il detergente intimo)
  5. Immergi la testina nella soluzione
  6. Lascia qualche minuto
  7. Estrai il blocco radente dal contenitore e sciacqualo sotto un getto d’acqua
  8. Lascialo asciugare
  9. Rimonta

Forse ti starai chiedendo del perché io usi il sapone. Come pensi di riuscire ad eliminare il sebo? Il sebo è grasso e come ben sai non è possibile rimuoverlo con semplice acqua (sono immiscibili). Inoltre il sapone, essendo un tensioattivo, è anche in grado di uccidere i batteri facendoli letteralmente “scoppiare” (grazie prof di chimica 🙂 )

Avvertenze: io uso questo metodo e non ho mai avuto nessun problema. Per maggiore sicurezza, leggi le istruzioni del tuo libretto e riferisciti a quelle.

Se non vuoi utilizzare il sapone, puoi utilizzare spray specifici allo scopo ma avranno un certo costo.

Per pulire il corpo del rasoio elettrico, puoi usare semplicemente un panno leggermente umido e strofinare. Bada che il panno sia LEGGERMENTE umido. Se il tuo dispositivo non è impermeabile e usi un panno grondante d’acqua, puoi dire addio al tuo rasoio. Io ti ho avvertito!

Lubrifica le lame

Una operazione molto importante di cui ci si dimentica molto spesso è quella di lubrificare le lame del rasoio elettrico. Ungerle permetterà di diminuire la frizione tra le parti meccaniche (le lame con le ghiere) prolungando la durata media delle lame stesse e ottenere una efficacia di rasatura costante nel tempo. Un uso continuo infatti, rovina il filo delle lame rendendole sempre meno taglienti. Lubrificandole si riduce questo fenomeno e aumenta la “scorrevolezza” delle lame stesse.

Per farlo puoi utilizzare degli spray adatti che si trovano facilmente nei centri commerciali, o meglio ancora su Amazon (costano meno). Questi spray, oltre a lubrificare le lame, rilasciano un buon profumo. Basta uno spruzzo sulle lamine a motore acceso.

Un alternativa è quella di ricorrere all’olio che viene utilizzata per le macchine da cucire. Anche in questo caso non occorre abbondare, basta una piccolissima quantità (1 goccia è più che sufficiente).

Arriverà il momento di sostituire il blocco radente.

Pulire il rasoio elettrico a fondo così come ti ho mostrato, prolungherà senz’altro la durata media del dispositivo e del blocco radente e sopratutto ti permetterà di avere risulta costanti di rasatura ed una maggior protezione della pelle contro le irritazioni.

Purtroppo però, essendo parti sottoposte a continui stress meccanici, tendono ad usurarsi. La manutenzione del rasoio elettrico prevede anche la sostituzione del blocco radente, spesa alla quale non puoi sfuggire e non importa se hai tra le mani il miglior rasoio elettrico presente in commercio, arriverà il momento di sostituire la testina di taglio!

La vita media di un blocco radente va da 1 anno ad un anno e mezzo. Quando, nonostante la pulizia profonda a cui lo sottoponi, noti dei pizzichi accentuati alla pelle e i risultati della rasatura diventano scadenti, questi sono i sintomi che ti avvertono di sostituire il gruppo di lame. Anche in questo caso, per risparmiare qualche euro, puoi effettuare l’acquisto su Amazon.

Reply